Cerca con: La Regione dalla A alla Z

Interreg Italia-Slovenia: “CITIZEN’S SUMMARY” per l’anno 2019 (articolo 50(9) del Regolamento (UE) n. 1303/2013)

Pubblichiamo la traduzione del CITIZEN’S SUMMARY del Programma Italia-Slovenia relativo alle attività e ai risultati del Programma per l’anno 2019

CITIZEN’S SUMMARY (Articolo 50(9) del Regolamento (EU) Nr. 1303/2013) 
Il Programma di Cooperazione tra Italia e Slovenia ha l’obiettivo di promuovere l’innovazione, la sostenibilità e la governance transfrontaliera per creare un’area più competitiva, coesa e vivibile. Il bilancio totale del Programma è di 92.588.181,00 euro, con 77.929.954,00 euro del Fondo europeo di sviluppo regionale e 14.658,227,00 euro come controparte nazionale (pubblico e privato).

Nel 2019 il programma ha impegnato tutti i suoi fondi (tasso del 99,7%.). I risultati aggiornati mostrano che il programma nel 2019 ha raggiunto il 39% della spesa e ha soddisfatto le aspettative dell’UE in termini di livello di risultati finanziari
Nel corso del 2019 il programma ha gestito un numero totale di 44 progetti in esecuzione (27 standard approvati nel 2016, 10 strategici approvati nel 2018, 5 progetti di assistenza tecnica approvati nel 2018 e 2 I.T.I. approvati nel 2016. Tutti questi progetti hanno proceduto nel 2019 con un’attuazione graduale e secondo un regolare progresso sia dal punto di vista dell’attività che del punto di vista finanziario. Va notato che nel corso del 2019, 8 dei progetti standard si sono conclusi.
Inoltre, un altro sforzo principale del programma nel 2019 è stato il lancio del bando mirato per i progetti standard per un’allocazione totale del ERDF di 11.745.958.92. L’invito è stato indirizzato ad approvare i progetti che contribuiscono al ritardo degli indicatori di rendimento del programma. Alla fine del 2019 sono stati approvati 16 progetti standard per il finanziamento che hanno coinvolto 94 partner di progetto per un importo totale del ERDF di EUR 11.209.171,95. La procedura di controllo pre-contrattuale ha consentito la firma di 2 contratti di sovvenzione, mentre gli altri, ancora in corso, hanno spostato la formalizzazione dei contratti al 2020. Vale la pena sottolineare che tutti i nuovi progetti inizieranno le loro attività di attuazione nel 2020.
Nel 2019 sono stati approvati anche l’assegnazione dei residui a 4 progetti in esecuzione nell’ambito dell’Asse di priorità 2 per  EUR 275.312,24 di FESR per attuare attività aggiuntive per contribuire al ritardo rispetto all’indicatore 2.1.1. comunicazione e capitalizzazione (azioni CAP&COM).

Secondo le indicazioni della Commissione europea, un forte sforzo ha impegnato il programma in un enorme lavoro sulla comunicazione e la capitalizzazione al fine di coinvolgere i beneficiari, ma anche per la sensibilizzazione del pubblico sui finanziamenti e sui risultati dell’UE. A questo proposito, in giugno è stato organizzato un evento annuale a Stanjel (SLO) con tavole rotonde sul patrimonio sanitario e culturale che hanno coinvolto 100 partecipanti. Un follow-up concreto dell’evento annuale è stata una conferenza congiunta di progetti sanitari-settore-progetti a Isola (SLO) in ottobre che ha portato in un’unica voce la necessità di continuare a cooperare in questo campo anche nel futuro periodo di programmazione 2021-27. La Giornata europea della cooperazione è stata celebrata a settembre con una visita guidata per 253 partecipanti al Parco Regionale delle Grotte di Kocjan (SLO), che prevedeva anche escursioni in bicicletta e laboratori per bambini che sfruttavano progetti e strumenti interattivi. Molti altri workshop, infodays ed eventi sono stati organizzati in tutta l’area del Programma, in Slovenia, Friuli Venezia Giulia e Veneto per sostenere i beneficiari e promuovere i progressi del Programma.
Il programma è stato insignito del workshop “Interreg Italia-Slovenia CAP & COM azioni pilota per promuovere un’Europa più verde” all’interno della Settimana europea delle regioni e delle città 2019 in ottobre a Bruxelles. Non da ultimo, il programma ha promosso in molte occasioni la sua esperienza unica di GECT nella gestione di progetti I.T.I. – unica esperienza in tutta Europa.
Durante tutto l’anno, il grande pubblico è stato raggiunto  dal Programma e dai risultati dei progetti attraverso diversi canali di comunicazione (sito web del programma, social media come twitter (@InterregITASLO) e siti web dei Partner di Programma (siti web della Regione Slovenia, Veneto e Friuli Venezia Giulia).
Partecipando all’Iniziativa europea “AEBR – Giovani volontari interreg” nell’ambito del Corpo europeo di solidarietà, il programma ha ospitato sei giovani volontari su base rotativa di sei mesi ciascuno, dando un’opportunità di lavoro ai giovani che lavorano nella pianificazione e nell’organizzazione di attività di comunicazione e informazione per il programma. Questa esperienza ha favorito l’ingresso di alcuni di essi nel mercato del lavoro.
È inoltre in corso la preparazione del periodo di programmazione  2021-2027.

20 Mag 2020 Commenti chiusi | Cooperazione territoriale europea, Documenti, Novità, Politica di coesione e programmazione 2014/2020

Commenti chiusi.

Cooperazione Territoriale Europea

Unione Europea - Governo Italiano - Regione del Veneto