Cerca con: La Regione dalla A alla Z

Ricerca

Disponibili le presentazioni dell’evento sull’innovazione sociale in Veneto tra FSE e CTE

Grande partecipazione a Venezia per l’evento pubblico organizzato dalla Regione del Veneto – Programma CENTRAL EUROPE insieme alla Direzione Lavoro

Tutto esaurito il 17 luglio a Venezia per l’evento sperimentale organizzato dalla Regione del Veneto durante il quale si sono cercate le sinergie attuali e future tra progetti finanziati dal Fondo Sociale Europeo (FSE) e dalla Cooperazione Territoriale Europea (CTE).

Il focus è stata l’innovazione sociale declinata come supporto all’imprenditorialità e sostegno all’occupazione.

I relatori intervenuti hanno offerto ciascuno il proprio punto di vista e la propria esperienza di storie personali e professionali di successo rese possibili grazie ad un finanziamento comunitario ottenuto a valere sul POR FSE della Regione del Veneto o sui Programmi di CTE finanziati dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR).

Il dott. Santo Romano, Direttore dell’Area Capitale Umano, Cultura e Programmazione Comunitaria e Autorità di Gestione del POR FSE, ha aperto i lavori documentando i principali risultati ottenuti nel periodo di programmazione in corso, 2014-2020, e fornendo alcune informazioni in anteprima sui bandi in uscita. Significativa l’esperienza del progetto “ResponsabilMente”, fortemente voluto dalla Regione del Veneto per promuovere l’innovazione sociale e trasmettere l’etica nel lavoro quotidiano delle imprese venete. Il carattere innovativo del progetto è “i grandi aiutano i piccoli”, ovvero le aziende di medie e grandi dimensioni offrono il proprio supporto e le proprie competenze per supportare le aziende più piccole che intraprendono percorsi di responsabilità sociale d’impresa.

La dott.ssa Simonetta Mantovani della Direzione Lavoro della Regione del Veneto ha descritto le molteplici opportunità che il FSE offre alle persone in cerca di occupazione; in particolare, per la prima volta lo scorso anno il Veneto ha stanziato 15 milioni di euro a supporto di 6.000 inoccupati iscritti ai Centri per l’Impiego regionali nelle categorie protette. Sono stati offerti percorsi formativi di specializzazione o per l’apprendimento di competenze trasversali finalizzati a rafforzare ed ampliare il curriculum professionale di ciascuno per ampliare la capacità di rispondere alle esigenze del mercato del lavoro.

La dott.ssa Rita Bertocco, Punto di Contatto nazionale del Programma Interreg CENTRAL EUROPE, ha descritto l’approccio del Programma alla tematica dell’innovazione sociale, portando esempi concreti di progetti già finanziati e descrivendo il focus tematico del terzo bando, attualmente in fase di valutazione.

Sono stati presentati due casi di successo di progetti CENTRAL EUROPE: CERIecon e ARTISTIC. Per il primo sono intervenuti Cornelia Steiner in rappresentanza del Lead partner austriaco e Marco Sacco per la Regione del Veneto, anch’essa partner di progetto. Marco Braga di t2i ha descritto, invece, obiettivi e risultati del progetto ARTISTIC che si prefigge di tutelare il patrimonio culturale intangibile, anche attraverso iniziative di crowdfunding.

Per il progetto CERIecon sono intervenuti anche due giovani imprenditori veronesi, Francesco Castioni per “il gentiluomo di Verona” e Marco Barbetta per “SurfHealth” che hanno beneficiato di un percorso formativo di 6 mesi insieme ad altri giovani. Presso la sede dell’ENAIP di Verona, infatti, l’ente di formazione e la Regione del Veneto hanno avviato un incubatore, o meglio, un “playpark” all’interno del quale sono state offerte consulenze e formazione per l’avvio di un’attività di impresa in un contesto europeo.

La mattinata di lavori è stata chiusa dalla dott.ssa Anna Flavia Zuccon, responsabile dell’Unità Organizzativa Cooperazione Territoriale e Macrostrategie Europee della Regione del Veneto che ha descritto lo stato dell’arte in merito alla negoziazione in corso a livello europeo per l’approvazione del Quadro Finanziario Pluriennale dell’Unione Europea per il periodo 2021-2027. Un approfondimento è stato fatto sulle principali novità per la CTE, desumibili dalla prima bozza di Regolamento Interreg pubblicata dalla Commissione Europea lo scorso 29 maggio.

Molto soddisfatta la platea che ha saputo cogliere la natura sperimentale del seminario, progettato per offrire, per la prima volta, un focus tematico trasversale a più Programmi comunitari e a Fondi differenti.

A seguire sono disponibili le presentazioni dei relatori.

Santo Romano

Simonetta Mantovani

Rita Bertocco

Cornelia Steiner

Marco Sacco

Francesco Castioni

Marco Barbetta

Marco Braga

Anna Flavia Zuccon

18 Lug 2018 Commenti chiusi | Eventi, Programmazione 2014/2020, Senza categoria

Commenti chiusi.

Central-Europe

Unione Europea - Governo Italiano - Regione del Veneto